Spianatoia e 'ransagnolo' di casa mia

sabato 22 gennaio 2011

Cosciotto di maialino in finta "porchetta"


Riprendo a scrivere nel blog dopo una lunga pausa,un po' dovuta alle vacanze natalizie un po'  agli impegni di lavoro e lo faccio in una giornata in cui un'abbondante nevicata  ha sommerso tutto ..  mi piacciono i silenzi,interrotti solo dal sibiliare del vento,il profumo della neve tra le mani,lo scintillio del bianco che avvolge  tutto ciò che mi circonda....Oggi nelle mie rimembranze culinarie  è giorno di polenta di granturco,non posso essere  nel mezzo di una tormenta di neve  senza sformare un bel tombolo sulla spianatoia.L'unica cosa che non posso avere è  l'abbinamento con una bella ricottina fresca di pecora ,magari messa a ghiacciare fuori dalla finestra fino ad essere leggermente cristallizzata ...non posso uscire infatti di casa ,davanti alla mio cancello  si è raccolto almeno un metro e mezzo di neve !!! Per secondo preparerò un cosciotto di maialino  in finta porchetta....beh...della  cottura in "porchetta "userò soltanto il condimento tipico toscano,perchè non ho un maialino intero da cucinare ....quindi: semi di finocchio,aglio,salvia,rosmarino,sale e pepe.
Venite a pranzo da me?

Ingredienti

cosciotto di maialino
sale
pepe
semi di finocchio
salvia
rosmarino
aglio
patate

Preparare un pesto  con aglio,semi di finocchio,salvia,rosmarino ed insaporirlo con sale e pepe.Strofinare il cosciotto con uno spicchio d'aglio per far aderire meglio il condimento  ,quindi  insaporirlo bene  ,sia nei tagli della carne che in tutta la superficie.(se questa operazione viene fatta il giorno precedente il sapore del piatto finito  risulterà sicuramente migliore)


Legare il cosciotto con lo spago,in modo che durante la cottura assorba tutte le essenze sprigionate dalle erbe aromatiche  e dalle spezie 


Lasciare riposare almeno una notte. Poi infornare  a 180°e farlo rosolare in ogni lato.Non serve olio perchè il grasso  si sprigiona spontaneamente dal coscio ma se si vuole incoraggiare questo processo,soprattutto quando si fa all'ultimo minuto e la carne non ha avuto il tempo di reagire alla salatura e al condimento,si pò aggiungerne un filo.Non aggiungo nemmeno il  vino perchè perderei la croccantezza della cotenna del maialino ...secondo i miei figli ...è la parte più buona...


 Quando è ben rosolato toglierlo dal forno e metterlo  in disparte. Aggiungere  le patate tagliate e condite con lo stesso pesto, a tocchetti nella teglia di cottura del maialino e farle cuocere


Quando  si sono un po'  rosolate,tagliare il cosciotto a pezzi


 quindi  aggiungerli alle patate


Lasciare dorare ulteriormente la cotenna ,finchè sarà piacevolmente croccante



e servire subito per non perdere questa caratteristica così gradita al palto!



Questo procedimento può essere eseguito sia con il forno tradizionale,che a legna che microonde
(funzione crispy).

29 commenti:

  1. Come faccio a venire con tutta quella neve ?! Goditi il tuo momentaneo isolamento con quei silenzi e quei rumori ovattati !!! Splendido il cosciotto, chissà che profumi nella tua cucina ! Un abbraccione e buona domenica !!!

    RispondiElimina
  2. ciao Antonella e ben tornata tra noi!!!
    verrei volentieri a gustare questo piatto così invitante e anche per rotolarmi nella neve e poi stare con te nel silenzio che circonda un paesaggio innevato.
    baci e buona domenica

    RispondiElimina
  3. Oddìo, un metro e mezzo di neve...mi sento male!!! Io sono stata in ansia tutta ieri nel timore che cadesse qualche fiocco, memore dell'incredibile caos dopo la nevicata di dicembre! Con la prospettiva di un pranzetto così però è bello starsene in casa, magari al calduccio del camino acceso. Ecco, questo piatto mi evoca proprio un bel camino e un'allegra compagnia. Un bacione cara, buon fine settimana

    RispondiElimina
  4. Bentornata alla grande con un piatto saporitissimo!
    bravissima cara
    buona domenica Anna

    RispondiElimina
  5. sfido persino la neve per un piatto come questo..apparecchia per 4 persone in piu'!!!bacioni e bentornata cara

    RispondiElimina
  6. Sei tornata alla grande Antonella!!! Che bella ricetta!! Un piatto sostanzioso per far fronte a queste gelide giornate!
    Ciao e buon fine settimana!

    Ps: Anch'io come i tuoi figli penso che la cotenna croccante è la parte migliore!

    RispondiElimina
  7. ciao e bentornata! è un piatto ricco e gustosissimo! ho molto apprezzato! ^_^

    RispondiElimina
  8. appena vista la foto ho solo immaginato costa stessi per leggere e mi è venuta l'acquolina!
    mammma mia ci vengo di corsa a pranzo!!!!
    immagino già il sapore fantastico!

    RispondiElimina
  9. Olá, amiga!
    Essa receita é tudo de bom!!!
    Boa semana!
    Beijinhos.
    Brasil
    ✿ܓܓ ♫
    °º
    •*• ♫° ·.

    RispondiElimina
  10. Ciao cara, come stai? è un piacere ritrovarti e rileggerti.
    Un piatto perfetto per affrontare il metro e mezzo di neve, magari anche da spalare!
    Mamma mia, l'inverno è così freddo e lungo quest'anno!
    Un bacione e a presto.
    Piatto delizioso, a pranzo ci verei eccome......domani però :D
    Buona serata

    RispondiElimina
  11. E' un cosciotto molto invitante grazie !
    Mandi

    RispondiElimina
  12. Mi fa piacere rileggerti e sei tornata con questa splendida ricetta! Proprio oggi cucinerò uno stinco di maiale .Oggi da me piove ,ma siamo in inverno e dobbiamo accontentarci!Bacioni e a presto!

    RispondiElimina
  13. Una super ricetta che incanterebbe anche il più inappetente. Dirti che sei stata bravissima mi sembra una limitazione ^_^

    Bacio e buona serata
    diariodicucina.blogspot.com

    RispondiElimina
  14. Ciao Antonella cara, scusami..ma ho qualche problema di aggiornamento dei post di alcuni blog! Innanzi tutto bentornata! Sento che ha nevicato molto! Io speravo che in questi giorni succedesse anche qui ma invece fa solo freddo!
    Bellissima questa ricetta, la rifarò con molto piacere, grazie! Un abbraccio e a presto!

    RispondiElimina
  15. Ciao carissima,bentornata..e che piattino
    succulento...ci verrei di cosa...
    bravissima!
    baci
    Enza

    RispondiElimina
  16. Son passata a farti un abbraccio e salivare davanti a questo cosciotto, che per la verita' avevo anche visto qualche giorno fa, ma che qui proprio non posso fare, non mangio maiale in India, ma appena vado in Italia mi rifaccio. Felicissima domenica anche a te! Bacione.

    RispondiElimina
  17. Sei tornata alla grande con questo piatto succulento, complimenti. Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  18. Veramente fantastico questo cosciotto, da leccarsi i baffi! Complimenti per il tuo magistrale procedimento!!! Un abbraccio, tesoro, a presto

    RispondiElimina
  19. Bentornata. Grande piatto, con questo freddo poi è graditissimo!!!
    Ciao e buo inizio settimana!!!

    RispondiElimina
  20. Bentornata! :-)
    Stupenda questa preparazione... sono curiosa di provarla!
    Buona giornata e buon inizio di settimana! :-)

    RispondiElimina
  21. Ciao, bellissima ricetta che ho già copiato....voglio fari i complimenti per il blog che da oggi seguo anch'io.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  22. Vedo che sei tornato con forza e con una ricetta molto gustosa.

    RispondiElimina
  23. con una bella preparazione cosi ...corro, fai vedere molto bene quello che andrebbe fatto e come farlo, bravissima

    RispondiElimina
  24. ecco che sto arrivando ma... comincia a spalare la neve che io da buona napoletana praticamente non la conosco.
    baci
    terry

    RispondiElimina
  25. Olá, amiga!
    Passei para desejar um bom fim de semana!
    Beijinhos.
    Brasil°º♫♫
    ♫♫°º
    •*•♫ ♫° ·.

    RispondiElimina
  26. Ciao cara! Sono passata a salutarti, come va? Spero tutto bene!^_^
    Il cosciotto che hai preparato è una meraviglia,bello ciccioso e succulento e con le patate " è la morte sua " ahahahahahha!!!!!
    Un bacio
    Raffa

    RispondiElimina
  27. Finalmente un nuovo contest! Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Emile Henry ha organizzato uno straordinario contest “Frutta in pentola”, dove la protagonista indiscussa è proprio la frutta, sia fresca che secca. I premi? Beh ti invito a sbirciare nel blog, ti aspetto http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2011/02/contest-frutta-in-pentola.html

    RispondiElimina
  28. Antonella che post delicato e pieno di sfumature.
    Nonostante ami molto l'inverno, sento il bisogno di sole, caldo, primavera.
    Però a leggere le tue parole così evocative, la neve che blocca l'ingresso, il bianco che circonda tutto, nell'aria il profumo di questo splendido cosciotto, mi è tornata la voglia di inverno, di freddo, di caminetto.

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  29. Antonella, certo che verrei a pranzo da te, con sta meraviglia!! Mi piace un sacco il modo in cui scrivi, mi sembra di vivere con te le stesse tue emozioni! Era un pò che non passavo a casina tua... anche io ho avuto un periodo un pò denso di impegni! Bellissima anche questa tua header! Ti saluto e ti lascio un abbraccio strettissimo!
    ^:^ Any

    RispondiElimina