Spianatoia e 'ransagnolo' di casa mia

sabato 11 dicembre 2010

Una casetta di pan di zenzero per Gabriele

C'era una volta ...una serata di dicembre in cui la neve scendeva fitta,fitta ricoprendo tutto  ,compreso il roseto dove si riposavano spesso due  pettirossi infreddoliti e c'era una volta  uno splendido  bambino biondo con la sua nonna ,guardava  dalla finestra il  mondo  che si trasformava...Abitavano in una casa ai margini del bosco,il vento tra gli abeti sussurrava musiche di Natale ,i cristalli bianchi danzavano leggeri , rischiarando  l'aria già scura...il profumo delle  bucce di arancia messe ad  essiccare davanti al caminetto acceso, si diffondeva nella stanza e si mischiava all'odore di resina dell'abete illuminato...  magia di suoni ,profumi ,intese profonde  si intrecciavano  tra le loro   mani. Lei era la nonna della farina,quella che sapeva   trasformare la polvere di grano in mille forme dai sapori diversi ,una specie di prestigiatore che riusciva  a materializzare  i  piccoli sogni del suo  nipotino.Lui , adorava i giochi  di prestigio , si divertiva immensamente  soprattutto a toccare,a pigiare,a lavorare  ciò che la nonna  faceva apparire come per incanto, sopra alla spianatoia di legno, così  con le sue  manine  morbide e paffute creava ,interpretando i sogni .Ad ambedue piaceva dar vita alle cose inanimate ed anonime come un sacchetto di farina,un po' di burro,del miele,dello zucchero ,zenzero , cannella......ed ecco cosa uscì dai   sogni , quella sera di dicembre, dalle mani di Antonella e Gabriele.

Pane di zenzero

250 gr di miele
100gr di burro
250 gr di zucchero di canna
100 gr di mandorle e noci macinate
550gr di farina
1 uovo
1 cucchiaio di cannella
un cucchiaio di zenzero misto a noce moscata e polvere di chiodi di garofano
1 cucchiao di cacao amaro
scorza grattugiata di un limone
1 cucchiaino di lievito in polvere sciolto in due cucchiaini d'acqua

Glassa reale per decorare e assemblare le parti della casetta e degli alberelli

1 albume
250 gr di zucchero al velo
vanillina
succo di limone

Per la casetta

Cartoncino per ritagliare le sagome delle pareti ,della facciata e del tetto.
Dimensioni:
Tetto cm 22x10
Facciata cm 13X10 + 8 cm per lo spiovente del tetto
Parete laterale cm 18X10

Per decorare:

caramelle mou
gelatine alla frutta
noci
farina di cocco
biscottini


Scaldare il miele e unirvi lo zucchero e il burro,amalgamare bene e lasciare raffreddare .Incorporare le mandorle e le noci triturate al mixer,la farina setacciata,le spezie,il cacao,il lievito disciolto nell'acqua. 



Lavorare la pasta finché non risulti liscia e lucente. Farla riposare per almeno 12 ore avvolta in pellicola trasparente.



Lavorare di nuovo la pasta e stenderla con il mattarello.



Riportare le sagome della casetta sulla pasta tirata e tagliarla seguendo i contorni


...stenderla sulla carta da forno e cuocerla per 10 minuti circa a 180°(nel mio forno,dato che brucia tutto bastano 160°)

 Togliere i pezzi della casetta dal forno,farli raffreddare ed assemblarli usando la glassa reale con una siringa da dolci o sac a poche




Con la pasta rimasta tagliare con le formine,ginger bread men o altre simboli natalizi che serviranno per decorare ulteriormente la casetta e il suo giardino. Posizionare la casetta assemblata su un vassoio,decorare a piacere con la glassa facendo la neve sul tetto,intorno alle porte,alle finestre,sugli alberelli,la stradina e quello che la fantasia suggerisce. Per dare una nota di colore ho usato le gelatine di frutta ,le caramelle “mou” per le cataste della legna e per fare la neve sul terreno intorno alla casetta, la farina di cocco.






 Ciao... ciao da Antonella e Gabriele e a tutti.... un Bianco Natale!

Con questo post partecipiamo al Candy di Viola "Zucchero e viole"...


....e alla raccolta di Ornella " Il giardino dei sapori"


21 commenti:

  1. Ma è bellissima complimenti davvero!! Mi ha fatto caso il nome Gabriele, si chiama mio figlio, che tenerezza!!
    Bravissima
    Buona Domenica cara Antonella
    Baci Anna

    RispondiElimina
  2. che carina questa casetta!
    e che pazienza che hai avuto a farla! brava!
    immagino i salti di gioia dei bambimi :)

    RispondiElimina
  3. Complimenti!!!!!!!!! CArinissimo post e tu troooooppo brava a farla!Ti abbraccio e ti auguro una buona domenica!

    RispondiElimina
  4. Ma è bellissima!!! Ed è così carino anche il tuo racconto! Mi immagino la gioia di Gabriele quando ha visto la magia della casetta già finita...
    Ciao e buona domenica!

    RispondiElimina
  5. Ho immaginato la scena ,il vento fuori,la neve che cade in fiocchi ,il camino acceso e lo sguardo rapito e intelligente di un bimbo che adora quella nonnina che crea questa splendida casetta con mani fatate, che immagina sia la casa sognata,desiderata, dove ci stia dentro tutto il calore di una bella famiglia che ogni bimbo per diritto dovrebbe avere.......e' sempre bello leggerti e Gabriele e' un bimbo fortunato ad averti come nonnina come lo e' stato il suo papino ad averti come mammina.....bacioni affettuosi

    RispondiElimina
  6. Grazie!!!! Non potrei immaginare una casetta più bella per la mia raccolta, creata da una nonna, come me, e dal suo amatissimo nipotino, che emozione!! Grazie infinite,sei meravigliosa e se avrò la fortuna che uno dei miei nipotini sarà qui per Natale la preparerò assieme anch'io! Un forte abbraccio a tutti e due!

    RispondiElimina
  7. Ma che brava sei stata! Sui libri di cucina guardo queste casette da quando ero bambina (l'enciclopedia della Curcio di mia mamma ne riporta una che mi lasciava incantata) so che per un cucciolotto non c'è gioia più grande!
    Un abbraccio a tutti e due!

    RispondiElimina
  8. Antonella complimenti è bellissima! Sai che gioia per Gabriele.
    Mi è piaciuta tanto l'introduzione alla ricetta, molto magico e dolce.
    Veramente brava per tutto Antonella!!!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  9. Ma che brava che sei...complimenti...buona Domenica.

    RispondiElimina
  10. Sei bravissima e il tuo nipotino sarà stato felicissimo!E" fortunato ad avere una nonna come te!!Un grande abbraccio a te e al piccolo!

    RispondiElimina
  11. è bellissima questa casetta....sei bravissima...un bacio
    Annamaria

    RispondiElimina
  12. Ciao Antonella ma che tenerezza tu e il tuo nipotino ... !! che bella casetta ! Bravissimi !!! Un abbraccione !

    RispondiElimina
  13. Ma che bella questa casetta! E poi è fatta con tanto amore...che teneri... Bravissimi! Ps: colgo l'occasione per invitarti anche a partecipare al mio contest...vieni a vedere di che si tratta! ;-)

    RispondiElimina
  14. Quanta pazienza per prepare questo capolavoro..
    Aggiungo anche i miei complimenti!!!

    RispondiElimina
  15. Cara Antonella
    Un fascino del racconto di una notte di dicembre ...
    Una passione la casetta ...
    Un Natale di sogno...
    Un Santo Natale per te...

    RispondiElimina
  16. Ma ciao!!!! Che bello scoprirti con questa meraviglia! E' stupendo questo dolce, davvero molto ma molto brava!!!! Bacio

    RispondiElimina
  17. Bellissimo tutto, dalla casetta ai biscottini e alla dolcezza del tuo racconto, con il tuo adorato nipotino! Un bacio :D

    RispondiElimina
  18. davvero mille complimenti, per la pazienza sopratutto... mi è venuta voglia di provare a realizzarla anch'io e per questo ti ringrazio per le precise e chiare indicazioni.
    buona serata
    Terry

    RispondiElimina
  19. ♥ Olá, amiga!♫
    ♫♥ Que linda... muito, muito bonita!!!
    ♫♫ Beijinhos. ♥♫
    ♫♥ Brasil
    ♫♫♫♥

    RispondiElimina
  20. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina