Spianatoia e 'ransagnolo' di casa mia

mercoledì 6 ottobre 2010

Involtini di cavolo verza

Questo è il mio adorato babbo, un grande cercatore di funghi!


Il rosso,l'arancio,il giallo,il marrone delle foglie  dei castagni che mi circondano, in questi giorni,mi fanno venir voglia  di piatti tradizionali della mia terra, realizzati  con i prodotti degli orti ormai appassiti e sopravvissuti alle guazze mattutine e alle fredde temperature della notte.Mi piace il cavolo verza,un vegetale imponente,simpatico, con le sue foglie rugose eppure turgide e molto salutare,tutti  ne conosciamo le proprietà benefiche....era un po' che gli facevo la corte ed è arrivato così il momento di gustarlo ...una giornata di pioggia torrenziale.Ho fatto gli involtini con le sue  foglie e li ho cucinati dentro un bel tegame di coccio...il problema è che ci si mangia troppo pane...la prossima volta dovrò considerarlo  un piatto unico non  un secondo...dopo un bella  pastasciutta....


Ingredienti

12 foglie di cavolo verza
3 hg macinato
una fetta di prosciutto o mortadella
2 uova
pane ammollato nel latte
parmigiano
prezzemolo
aglio
sale &pepe q.b.
sugo di pomodoro
uova

Prima di tutto lessare le foglie del cavolo intere e metterle a scolare e raffreddare su un panno asciutto.Nel frattempo preparare il sugo con pomodori pelati,uno spicchio d'aglio,cipolla,carota e sedano.Passare il tutto una volta cotto.
Preparare anche la carne macinata,triturare cn il mixer  il prosciutto o mortadella ,un ciuffetto di prezzemolo,uno spicchio d'aglio(se piace) ,un po' di foglie di cavolo  lessate .Amalgamare  il tutto con le uova e il pane  ammollato nel latte e strizzato.Insaporire con una bella manciata di parmigiano reggiano .Regolare con sale e pepe.

Disporre l'impasto a cucchiaiate sulle foglie del cavolo verza...


Avvolgerlo con la foglia  chiudendolo e dandogli la forma di  un fagottino (la mia nonna lo chiudeva con il filo di cotone,ma non è necessario,perchè non si apre durante la cottura)


Tuffare gli involtini nel sugo  di pomodoro bollente e portarli dolcemente a cottura...


......con il pane toscano sono la fine del mondo!!!


Felice autunno !!!!


36 commenti:

  1. Ma quei funghi l'hai raccolti tu ? gli involtini mi sembrano stupendi, capita anche a me all'inizio di stagione di aver voglia di spadellare ricette che non si fanno da un po' ! L'autunno è una stagione strane, intima, riservata...adatta ad una bella cenetta con i tuoi involtini !!! Buona serata !!!

    RispondiElimina
  2. Buonissimi questi involtini,mi immagino che squisita scarpetta!Da noi i cavoli verza non sono ortaggi molto usati.Io qualche volta lo compro e faccio i pizzoccheri della Valtellina,che ho mangiato a Varese e mi sono piaciuti tanto.Proverò i tuoi involtini.Baci.

    RispondiElimina
  3. Proprio un ricco piatto unico gli involtini accompagnati da una bella scarpetta. La verza è un ortaggio che mi piace molto, come tutti i cavoli in genere. Bellissimi i colori di quel bosco, sono così caldi e rasserenanti. Un bacio cara, buona serata

    RispondiElimina
  4. Il cavolo verza mi piace tantissimo ma non avevo mai pensato di utilizzarli per degli involtini! Che buoni devono essere!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Li adoro...grazie della ricetta che non avevo. Li farò senz'altro. Un bacione

    RispondiElimina
  6. Buonissimi, hanno un aspetto così invitante, ci fai venire in mente il nostro ultimo tentativo, purtroppo fallito, le foglie ci si sono aperte tutte, erano piccole, insomma un disastro! Ovviamente ci riproveremo perchè adoriamo questi involtini, che siamo d'accordo con te, sono un ottimo piatto unico!
    Baciotto
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  7. Carissima nel mio paese di origine e 1 piatto tippico ma si fa cn il macinato,sale,pepe,paprika dolce o forte,cipollae 1 pò di riso e la verza si sbollenta 1 pò cn acqua e aceto e sale o pure metti le verze in salamoia e sapessi che profumo e bontà ti viene fuori.Cmq voglio proprio provare la tua ricettina che sembra tanto perfetta...:D.Ti mando 1 forte abbraccio e ti auguro buona notte

    RispondiElimina
  8. anche a me piacciono tantissimo cara Antonella e complimenti per la bellissima foto nel post e quella in alto dei funghi..brava brava ,mi piace l'autunno con i suoi caldi colori che poi sono quelli con cui mi circondo da sempre...bacioni cara e risentirci prestoa

    RispondiElimina
  9. Buonissimi gli involtini di cavolo!! Anch'io li faccio così, ma noi li mangiamo come piatto unico!
    ciao e buona giornata!

    RispondiElimina
  10. Volevo proprio comperare verza e carne trita perché avevo in mente gli involtini mangiati tanto tempo fa...Grazie per la ricetta! E poi spiegami quali sono gli altri funghi e il capisteio! Da marchigiana - di origini - mi appassionano i termini dell'Italia centrale...

    RispondiElimina
  11. Una ricetta davvero allettante. Prendo nota della sua preparazione per rendere il fine settimana. E in autunno felice e funghi buoni.

    RispondiElimina
  12. che buono il cavolo verza! bellissimo l'autunno, ma qui siamo ancora a maniche corte!!!! mettiamoci d'accordo per una domenica e incontriamoci! un bacione

    RispondiElimina
  13. che ricetta particolare un trionfo dell'autunno, da prendere sicuramente in considerazione.. prendo appunti e grazie! Complimenti per la presentazione e per le foto. Buon Pomeriggio. Terry.

    RispondiElimina
  14. Mi piacciono le tue foto tanto autunnali... Questa è la mia stagione preferita. Amo i colori, la natura, i cibi dell'autunno :)

    RispondiElimina
  15. Splendida l'immagine d'apertura dai fantastici colori autunnali e complimenti per gli involtini appetitosi e invitanti con il loro golosissimo sughetto!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  16. In effetti hanno un'aria daaaaaaaaavvero deliziosa, te li copierò senz'altro! Complimenti anche per tutto il tuo meraviglioso blog, mi sono iscritta tra i tuoi sostenitori, così non mi perderò alcuna delle tue prossime realizzazioni! Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  17. @Rossella,non ho raccolto io i funghi ma il mio babbo.E' un bravissimo "fungaio" e conosce la montagna come le sue tasche.Anche io provo le tue emozioni legate all'autunno e mi piace il caldo,i vapori,l'intimità della condivisone a tavola quando fuori comincia a fare freddo
    @La cucina di papavero,provali sono un piatto tradizionale toscano,un piatto povero legato anche al riutilizzo di alimenti,infatti il macinato può essere sostituito da lesso o carne avanzata
    @Federica,anche io amo i cavoli soprattutto quello nero toscano per farci "il crostino" e poi,si sa sono molto salutari,soprattutto per noi donne
    @marifra79 sono appetitosi e le foglie sono ottimi contenitori anche per altri ingredienti.si accostano al ripeino e non lo lasciano uscire,basta tuffarli nel sughetto bollente
    @Viola mi fa piacere che questo post ti abbia fatto conoscere questa ricetta così antica dalle mie parti
    @Luca & Sabrina secondo la mia esperienza le foglie devono avvolgere l'impasto qualunque esso sia.la mia mamma ancora li lega con il filo di cotone come faceva la nonna,io che sono più pigra non lo faccio ,perchè ho visto che non lasciano uscire niente.
    @Novelinadelorto che bella variante mi hai suggerito,grazie!!!E' fantastico scoprire le radici comuni della cucina internazionale legate all'utilizzo dei prodotti locali...io ne rimango sempre così piacevolmente stupita!
    @Scarlett anche io adoro i colori caldi dell'autunno,sono avvolgenti,ti fanno sognare e intorno a me i boschi di castagni della mia montagna, donano ai miei occhi e al cuore uno spettacolo unico e magico in questo periodo
    @Renza la nostra regione ci offre così tante meraviglie ,tradizioni e opportunità in cucina,nell'arte ,nella cultura,nei paesaggi naturali... mi piace scoprire questa nostra identità anche tra i fornelli
    @Cristi allora i funghi sono porcini (boletus edulis)e le "paiciole" sono le mazze di tamburo.Il capisteio è un grande vassoio di legno di castagno,dove si mettevano le "budella"del maiale quando veniva ucciso.Da qui il detto "Ha sempre le budella nel capisteio" rivolto a chi è sempre agitato e in apprensione.Ormai il maiale non si uccide più e i miei genitori lo usano come un contenitore generico per verdura o frutta.
    @El Oteador de los Mercados un felice autunno anche a te con tanti funghi...anche se purtroppo,in questo momento se ne trovano pochi ,per il clima un po' freddo
    @sweetmaremma ma con grandissimo piacere,certo che ci dobbiamo vedere,mi ha fatto moltooooo piacere la tua proposta!!!ti invierò una mail
    @Terry982 da me è già autunno,la sera la temperatura scende e richiede qualcosa di diverso dai piatti estivi che abbiamo consumato finora
    @Lady Boheme questa immagine non è farina del mio sacco,l'ho inserita nel post per comunicare le mie sensazioni legate all'autunno e la voglia di calore anche attraverso le foglie del bosco.
    @Barbara mi fa piacere che ti sia piaciuta questa ricetta per me così familiare e semplice e grazie per essere tra i miei sostenitori,ne sono felice e spero di conoscerti meglio.

    A TUTTI VOI UN GRAZIE GIGANTESCO E UN BACIONE
    DALLA TOSCANA

    RispondiElimina
  18. Una ricetta ricca di sapore, favolosi questi involtini. Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  19. Grazie della tua graditissima visita al mio blog, ricambio molto volentieri è bellissimo e complimenti per questo piatto gustoso e al tuo papà per i funghi!!
    Mi aggiungo ai sostenitori a presto!!
    buona Domenica Anna

    RispondiElimina
  20. ho visto che hai fatto la zuppetta primaverile quindi adesso ci vuole proprio quella autunnale, dai cara aspetto una tua nuova creazione, mi farebbe molto piacere!

    RispondiElimina
  21. Piacere di conoscerti!!!! Complimenti anche il tuo blog è bellissimo!!!

    Ti seguo

    un bacione
    francesca

    RispondiElimina
  22. Il piacere è tutto mio....anche perchè l'accoglienza che ci offri è delle migliori, una coperta di foglie calda e rassicurante, un raccolto prezioso e raro ed una ricetta avvolgente ed invitante....direi che sono capitata proprio bene!!

    un caro saluto, Fabiana

    RispondiElimina
  23. Grazie per le tue visite... Sei gentilissima... Ti dirò ho sempre pensato di fare degli involtini di verza ma non mi sono mai deciso su come... Adesso ti copierò passo la ricetta gustosissima...baci.

    RispondiElimina
  24. prima di tutto ti ringrazio della tua visita, che mi ha fatto molto piacer,e soprattutto scoprire questo bel blog amiatino, che poi di questi tempi dev'essere una meraviglia stare dalle tue parti, con tutti quei castagni colorati.
    sono stata un paio di volte in zona amiatina, ma d'inverno, e mi sono un po' innamorata dei vostri luoghi. ti seguirò con piacere!
    p.s. gli involtini di verza mi piacciono assai...

    RispondiElimina
  25. La tua occasione è stata la mia, complimenti anche a te per il tuo carinissimo blog.. non amo molto la verza ma i tuoi involtini li trovo comunque invitanti. See you later, Debora

    RispondiElimina
  26. Ciao cara Antonella,non ci crederai,ma proprio stamattina mi sei venuta in mente,perchè avevo in cucina una verdura che dalle nostre parti si chiama "tallo",ho preparato con questa la minestra e ti ho pensato perchè sicuramente era un piatto che avresti gradito.Gli involtini che hai fatto sono buonissimi,perchè io durante l'inverno li faccio spesso gli ingredienti sono uguali e anche la procedura.
    Un abbraccio forte e un bacio Raffa

    RispondiElimina
  27. Cara Antonella che bello il tuo adorato babbo! Lo sai che questi involtini li faccio spesso anche io?! Li adoro sono gustosissimi, oltre al fatto che il cavolo si è aggiudicato il primissimo posto come miglior verdura con proprietà anti-cancro (son molto attenta a queste cose essendo biologa!) e dunque quale miglior modo di questo per utilizzare questa preziosissima verdura autunnale?! Brava brava! Un abbraccio! Any

    RispondiElimina
  28. utilizzare le foglie di verza per dare bauletto è molto intelligente e pratico uan ricetta semplice ma buona, belle le foto del bosco e del papà

    RispondiElimina
  29. Un autunno iniziato bene con un piatto così!!! Complimenti per il tuo babbo!!!!
    Buon lunedì!

    RispondiElimina
  30. Buongiorno cara,scusami se ho dato per scontato la conoscenza di questa verdura.In pratica è la parte terminale della pianta della zucchina che appunto da noi si chiamano talli.Ieri ho fatto le foto alla verdura ma non al piatto,per cui non posso nemmeno postare la ricetta.Spero di essere stata chiara,ti mando un bacio Raffa

    RispondiElimina
  31. Complimenti cara, è una ricetta gustosissima, io li faccio in modo simile e so quanto sono buoni!! baci baci :D

    RispondiElimina
  32. Che belle le foto dei tuoi boschi! Gli ho conosciuti solo nella veste estiva e tardo-estiva, ma sono sempre belli.
    Condivido l'amore per la verza, anche se farla mangiare al cucciolo è un'impresa erculea.
    Questa ricetta me la sono segnata tra le cose da fare.
    Il tegame in coccio è stupendo.
    E' sempre bello leggerti!

    RispondiElimina
  33. Complimenti per il tuo babbo e x questo splendido piatto che ti copio subitissimo!!

    bacini
    Enza

    RispondiElimina
  34. Ciao Antonella cara!Avevo bisogno di una ricettina con il cavolo verza e stamane ho incrociato la tua, che mi sembra gustosa e deliziosa! Quasi quasi me la faccio. ;D Dolce il tuo babbo! ;D Baciiiiiiiii!

    RispondiElimina
  35. Antonella, questa è una di quelle ricette semplici ma gustosissime che mi piacciono tanto. Ho un delizioso libro di ricette solo sui cavoli e avevo preparato anch'io degli involtini, adesso voglio provare anche i tuoi...
    Buona domenica

    RispondiElimina
  36. Adoro gli involtini con la verza! Buonissimi :)

    RispondiElimina